Palermo imbattuto a Cava de’ Tirreni

In 12 sfide, tra Coppa e campionato, la Cavese non ha mai battuto tra le mura amiche la compagine siciliana (9 pareggi e 3 sconfitte).

L’ultimo incrocio in campionato risale al 6 marzo 1988: i rosanero di Pino Caramanno, promossi in C1 al termine della stagione, pareggiarono 1-1 al ‘Simonetta Lamberti’. Al gol ospite di Claudio Casale, gli Aquilotti, guidati da Pietro Fontana, risposero con Luciano Carafa.

In quella stessa stagione le due squadre si erano ritrovate di fronte pure in Coppa Italia, agli Ottavi di Finale, e i siciliani si erano imposti con un gol di Perfetto nei minuti finali. Nella prima frazione di gioco, tuttavia, capitan Pidone aveva fallito un calcio di rigore.

Il primo Cavese-Palermo si giocò il 14 marzo 1982 al ‘Comunale’ di corso Mazzini e solo le parate di Cesidio Oddi – portiere approdato poi a Cava de’ Tirreni nella successiva stagione – e un clamoroso errore sottoporta del difensore Sasso negarono il successo ai metelliani.

La partita più discussa, però, si giocò un anno più tardi.Terminò ancora in parità (1-1), ma tra furiose polemiche. Sul banco degli imputati finirono l’arbitro Pirandola di Lecce, scomparso due anni fa, e il suo collaboratore Mulas di Ostia, che annullarono (dopo averlo convalidato) il gol segnato nel finale da Bartolomeo Di Michele.

Anche nella stagione 1983/1984 il confronto si chiuse sull’1-1 – gol di De Stefanis e Amodio (su rigore)– e con ben 3 espulsioni: due per i bleufoncé (Pidone e Vagheggi) e una per i rosanero (Venturi).

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp