L’ESITO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA LEGA

La Lega Pro ha reso noto oggi che si è svolto nelle scorse ore il Consiglio Direttivo di Lega, che ha preso in esame le varie proposte da sottoporre all’attenzione del Consiglio Federale, che si dovrebbe svolgere prossimamente a Roma. L’idea è di dichiarare concluso il campionato regolare (per oggettive difficoltà da parte di tutti i club di applicare il protocollo anticontagio), cristallizzare le classifiche e decretare promozioni, retrocessioni e ammissioni agli spareggi. Era presente oggi al Direttivo anche il presidente della FIGC Gabriele Gravina.

Il presidente federale nell’evidenziare la portata interpretativa dell’art. 218 del Decreto Rilancio che consente alla Federazione di adottare “anche in deroga alle vigenti disposizioni dell’ordinamento sportivo provvedimenti relativi alla prosecuzione e alla conclusione dei campionati professionistici e dilettantistici”, ha ribadito l’esigenza di ripensare al format dei campionati già dalla stagione sportiva 2021-2022 in un’ottica di sistema all’interno del quale la Lega Pro vedrà valorizzato il proprio fondamentale ruolo di formatrice di giovani talenti. Quindi, ogni ipotesi di riforma dei campionati, sarebbe rinviata alla stagione successiva a quella prossima.

“I Consiglieri – si legge in una nota – hanno condiviso la necessità di comunicare alla Federazione la impossibilità di disputare tutte le partite già previste dal calendario ordinario entro il 20 agosto 2020, termine ultimo individuato dalla delibera 196/A del Consiglio Federale, e conseguentemente di rimettere allo stesso Consiglio le determinazioni relative alle modalità di conclusione del campionato secondo quanto già individuato ai punti 5 e 6 della richiamata delibera”.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp