La sfida ritorna dopo 10 anni

Aquilotti e satanelli tornano a incontrarsi al ‘Simonetta Lamberti’ a distanza di dieci anni: era il 22 agosto 2010 e si disputava la prima giornata del campionato di Prima Divisione. La squadra rossonera, costruita da Peppino Pavone e allenata dal boemo Zdeněk Zeman, superò la Cavese con un sonoro 3-0. Quella è stata la prima e unica vittoria del Foggia a Cava de’ Tirreni.
Andando indietro nel tempo, il primo confronto in terra metelliana si è giocato il 4 aprile 1954 (IV Serie), in un “Comunale” stracolmo (circa settemila i tifosi presenti scrissero i giornali dell’epoca), con la Cavese in lotta per la salvezza e il Foggia lanciato verso la vetta della graduatoria.
Per la cronaca la partita la vinsero i padroni di casa 1-0 grazie alla rete messa a segno da Piero Santin.
Per ritrovare un altro Cavese-Foggia si dovrà attendere la stagione 1979/89: sul neutro di Caserta finisce 0-0 e in parità (1-1) si conclude pure il confronto giocato tra i cadetti nel torneo 1981/82.
Va meglio l’anno successivo, sempre in Serie B: la Cavese si impone di misura con la classica rete dell’ex di Costante Tivelli, che in rossonero aveva militato dal 1979 al 1981 collezionando 68 presenze e 22 reti.
La Cavese di Corrado Viciani vince nuovamente anche nel torneo di Serie C1 1984/1985 (2-1 con gol di Germano Carnevale e Alberto Urban), mentre si conclude 2-2 (reti di Rovani e Urban) il confronto del 1985/86 giocato sotto una pioggia torrenziale, con l’arbitro Guidi di Bologna costretto addirittura a sospendere temporaneamente le ostilità.
Cavese e Foggia si ritrovano nello stesso girone di C2 nei tornei 1999/2000, 2000/01 e 2001/02 e i risultati sono tutti positivi per i nostri colori: 4 vittorie, di cui due in Coppa Italia, e un pareggio.
Il ‘Lamberti’ è tabù per il Foggia anche nelle infuocate partite di Terza Serie dei campionati 2006/07 e 2007/08. Nell’anno della ‘sogno’ Serie B, la Cavese di Campilongo vince 1-0 in campionato e 3-1 nella semifinale di ritorno dei play-off, successo che, purtroppo, non basta a ribaltare il 5-2 subito all’andata allo stadio ‘Zaccheria’. Decisiva ai fini del mancato accesso alla finale la rete di Mastronunzio nei secondi di recupero della gara.
Nel torneo successivo, con Salvatore Campilongo sulla panchina dei satanelli, la Cavese di Aldo Ammazzalorso gioca una delle gare più emozionanti della stagione, ribaltando l’iniziale vantaggio ospite segnato da Biancone, con i gol di Ercolano e di Gigi Cipriani, che batte il portiere ospite Castelli con una zampata da sottomisura nei minuti finali.
Magro, invece, il bilancio delle successive tre gare, con appena due pareggi e la sconfitta già citata del 2010 firmata Zeman-Pavone.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp