Dal 2007 il derby si gioca nel ricordo del ‘Leone’

Torna a distanza di un anno e mezzo circa, il classico derby campano tra gli aquilotti e le vespe.

Sono oltre cinquanta le partite ufficiali disputate tra Cavese e la squadra di Castellammare di Stabia, con le prime che risalgono addirittura agli anni Venti.

La prima vittoria della Cavese sul terreno di gioco dell’allora Stabia S.C. risale al campionato di massima serie del 1923/1924, quando i ragazzi di mister Alberto Accarino riuscirono ad espugnare il campo sportivo “Cajenna” con un sonoro 1-4 grazie alle prodezze dei piemontesi Rastelli e Tavella e del cavese Pio Accarino.

Magro il bottino per gli Aquilotti negli anni Quaranta. Il campo sportivo “San Marco” di Castellammare di Stabia si rivela un fortino inespugnabile: quattro confronti, tra campionato di Serie C e Coppa CONI, e altrettante sconfitte tra il 1940 e il 1943.

Con i bianco crociati della nuova Juve Stabia, sorta appena qualche anno, le sfide iniziano nel 1948 nel torneo di Prima Divisione, con una sconfitta pesante (4-1) al ‘San Marco’. Nella stagione successiva, invece, arriva un pareggio a reti bianche.

Con il fallimento dello Stabia nel 1953, l’eredità della prima squadra cittadina e dei colori sociali gialloblù viene raccolta dalla Juventus Stabia che la Cavese incontra nel 1969/1970 in Serie D. Dopo il momentaneo vantaggio siglato dal cavese Gerardo Sorrentino, è lo stabiese Beretta su calcio di rigore a un quarto d’ora dalla fine a inchiodare il punteggio sull’1-1.

Una delle sfide più infuocate arriva nella stagione 1976/77. Entrambe le squadre lottano per la promozione in Serie C. A Castellammare di Stabia i ragazzi in maglia bleufoncé guidati da Cisco Ramon Lojacono soccombono 2-0 ma a fine stagione festeggiano ugualmente il salto di categoria, con un vantaggio di due punti sulle Vespe.

Negli anni Ottanta si registrano due 0-0 in Coppa Italia, un pareggio e una sconfitta in campionato, fino alla vittoria nel torneo di Serie C2 1988/1989 (1-2) firmata da una doppietta di Fabrizio Del Rosso.

Nel 2002/2003, al ‘San Paolo’ di Napoli, i metelliani vincono 2-0 con le reti di Cerminara e D’Aniello. Poi nei tre anni successivi si materializzano tre pareggi consecutivi tra campionato e play-off.

Le sfide sempre cariche tensione, dentro e fuori dal campo, finiscono con la tragica morte di Catello Mari (16 aprile 2006), stabiese di nascita e beniamino della tifoseria cavese.

Da quel momento in poi i derby fra Juve Stabia e Cavese si giocano in un clima sereno, nel ricordo dell’amato ‘Leone’.

Le statistiche ci dicono che l’ultimo blitz degli Aquilotti al ‘Menti’ risale al campionato 2008/2009. A decidere l’incontro è un tiro-cross di Ciccio Favasuli dalla trequarti, che beffa il portiere di casa Soviero.

Il confronto più recente risale al 10 marzo 2019 e si è concluso in parità (2-2). Doppietta di Pugliese per la Cavese e gol di Paponi e Carlini (su rigore) per la Juve Stabia.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp